FELICIT – À di Romina De Novellis

FELICIT – À di Romina De Novellis
27/10/2018 - 12:00 to 18:00

Performance in situ e Videoproiezioni in Project Rooms

Sabato 13 ottobre 2018 Ingresso libero a Ca’ Pesaro in occasione della XVI Giornata del Contemporaneo

Da sabato 13 ottobre a domenica 11 novembre 2018 Le videoproiezioni di Romina De Novellis saranno in mostra nelle Project rooms del museo

Sabato 27 ottobre 2018, dalle ore 12.00 alle 18.00 Performance di Romina De Novellis nella corte del museo Ingresso su invito fino esaurimento posti disponibili
A cura di Elisabetta Barisoni Con il supporto della Galleria Alberta Pane (Paris-Venezia)

Sabato 27 ottobre presso Ca’ Pesaro – Galleria Internazionale d’Arte Moderna, si terrà Felicit-à, performance di Romina De Novellis.  Da sabato 13 ottobre a domenica 11 novembre, inoltre, le Project Rooms del museo saranno dedicate a un focus sull’artista, mediante la video-proiezione di altre tre sue performance.

Dalle ore 12 alle ore 18 di sabato 27 ottobre il corpo della performer napoletana occuperà il pozzo del museo – ora sepolcro, ora punto di partenza per una discesa dantesca nel mondo sotterraneo – creando un tableau vivant in dialogo con il busto scultoreo di Felicita Bevilacqua La Masa, collocato in cima all’imponente scalinata del Palazzo: una traccia del lascito della Duchessa, che richiama lo sguardo del visitatore e lo invita a entrare nelle sale espositive.

Romina De Novellis, attraverso questa performance nata appositamente per Ca’ Pesaro e pensata in relazione al suo passato, desidera riappropriarsi della storia della Duchessa Felicita Bevilacqua La Masa, figura fondante nella nascita del museo veneziano quale nucleo di propulsione e sostegno dell’arte contemporanea. Fonte d’ispirazione per una pratica che mira alla “felicit-à”, la figura della Duchessa Bevilacqua La Masa è il presupposto per una riflessione sulla condizione sociopolitica e culturale italiana. Con un gesto performativo lungo e reiterante tipico del suo lavoro, Romina De Novellis, in dialogo con l’estetica e la poetica del patrimonio culturale e iconografico italiano e francese, medita sul tema dell’unificazione, attraverso il linguaggio del proprio corpo. Partendo da una connotazione strettamente nazionale che osserva le disuguaglianze tra il nord e il sud del Bel Paese, la riflessione dell’artista travalica invece i confini italiani per abbracciare l’intero Mediterraneo. Felicit-à offre allo spettatore la possibilità di immergersi nella pratica artistica della De Novellis mediante i suoi lavori più recenti presentati nelle Project Rooms del piano terra del museo attraverso video-installazioni, tracce visibili delle sue performance. Tra queste saranno in mostra Arachne (2018), Gradiva (2017) – un cammino catartico tra le rovine pompeiane – e Placenta (2017), funebre celebrazione della condizione del Mediterraneo.   Romina De Novellis (Napoli nel 1982) vive attualmente a Parigi dal 2008. Dopo alcuni anni dedicati alla danza e al teatro, arriva al genere della performance, decidendo di concentrarsi sul linguaggio della gestualità umana. Nel 1999 completa il suo corso di studi alla Royal Academy of Dance di Londra, continuando la sua formazione al DAMS di Roma, e diventando assistente del direttore artistico del Teatro dell’Opera di Roma, Luigi Squarzina. A Parigi studia antropologia presso l’EHESS e artisticamente viene rappresentata dalla Galleria Alberta Pane, mentre a Napoli dalla Galleria Dafna.